Kundalini

Kundalini. L’energia evolutiva dell’uomo

La teoria indiana della Kundalini, svolta in maniera particolare nei testi tantrici induisti e buddhisti ma presente in tutto il Vedanta, è la seguente. L’energia sessuale non è che energia vitale che sta avvoltolata e dorme, come un serpente (Kundalini), alla base della colonna vertebrale, cioè intorno alla zona del sesso. Svegliarla per emettere il seme significa impiegarla a fini prevalentemente genetici, e questo è un legittimo impiego; svegliarla però senza emettere il seme significa produrre una trasformazione di energia, qualora l’energia, salendo per il simbolico doppio canale del sushumna, si diffonda a poco a poco per tutto il corpo attraverso i centri (chakra) o plessi, ne apra i petali, e salendo fino al loto dei mille petali, situato alla sommità della testa, determini un’amplificazione di tutto l’essere che infine, liberandosi di ogni limitazione in un’apertura illimitata, può giungere al samadhi. Questo libro è un resoconto autobiografico originale di ciò che accade alla mente e al corpo quando Kundalini si desta spontaneamente, dopo anni di disciplina yoga. Il commentario di James Hillman è una riflessione dal punto di vista della psicologia analitica, in cui l’autore individua un parallelismo fra le esperienze di Gopi Krishna e i processi di trasformazione nell’uomo occidentale come emergono nella pratica analitica.


Kundalini yoga


Kundalini d’Occidente. Il centro umano della Potenza

In epoca di crisi e di pericolo – come la nostra – il Sovrasensibile, proprio da quanto gli si oppone, trae la possibilità della massima proiezione di forze nell’uomo. Ma perché questi possa accoglierle, occorre, da parte sua, una collaborazione autentica e piena, un impegno che nasca dalla sua decisione profonda. Non vi è oscurità che non possa essere dissolta e convertita in luce, non v’è lotta che non possa essere combattuta e vinta, non v’è necessità che non possa essere motivo di redenzione, se entrano in azione le forze originarie. Rivolgendosi ad esse, l’uomo può attingerne impulsi decisivi, può ritrovare se stesso e risorgere. La ricerca di queste forze è il tema e il fine del presente libro. L’autore rivela la via per accedere alla fonte di esse, il Logos originario, dando una risposta concreta all’uomo di questo tempo. Il segreto è quello di risalire alla radice dell’atto pensante, laddove fluisce la luce eterica del cuore. Dal cuore, dove si eterizza, la luce ascende alla ghiandola pineale, ed è qui che lo sperimentatore può incontrarla, seguendo il canone esoterico dei nuovi tempi esposto dall’autore.


× LET'S CHAT